stampa
Dimensione testo
NEL MESSINESE

Brolo, liti tra bande rivali: c'è la prescrizione

BROLO. Partì come tentato omicidio per un'acerrima rivalità tra bande di motociclisti a Brolo. In appello riqualificato il reato in lesioni aggravate e disposto il non doversi procedere per intervenuta prescrizione. Questa la sentenza pronunciata dalla Corte d' Appello di Messina (presidente Tripodi, a latere Blatti e Grimaldi) in riforma di quella emessa, il 2 febbraio 2014, dal collegio giudicante del tribunale di Patti nei confronti di tre imputati accusati di avere messo a segno un agguato, a Brolo, la notte del 13 agosto 2006.

È scattata la prescrizione per il messinese Gaetano Anzalone , per Antonino Ricciardello di Sant' Agata Militello e Francesco Orfeo Disano, di Augusta, difesi rispettivamente dagli avvocati Carlo Autru Ryolo , Alessandro Pruiti Ciarello e Terrana. In primo grado i tre erano stati condannati alla pena di 14 anni di reclusione poiché ritenuti responsabili del tentato omicidio in danno di Tindaro Giuseppe Natoli, nativo di Sant' Angelo di Brolo, ma residente a Milano.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X