stampa
Dimensione testo
TRIBUNALE DI PATTI

Incendi a Caronia, slitta a maggio il processo

Il processo per i misteri dei fuochi di Canneto di Caronia, in corso al Tribunale di Patti, slitta al prossimo 21 maggio. L’udienza, in cui sarà nominata un nuovo giudice, sarà celebrata davanti al giudice monocratico Francesco Torre, che sostituirà Sandro Potestio.

Il procedimento, vede imputati, entrambi a piede libero, Antonino Pezzino, 56 anni ed il figlio Giuseppe, 27 anni, con l’accusa di avere cagionato svariati episodi di incendio, danneggiamento seguito da incendio, concorso in truffa aggravata e procurato allarme sociale.

I fatti risalgono al 2004, quando la frazione di Canneto, fu teatro di numerosi incendi, che costituirono oggetto di un procedimento iscritto a carico di ignoti presso l’allora Procura di Mistretta e furono studiati da un gruppo interistituzionale d’osservazione, coordinato dal professore Francesco Venerando Mantegna.

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X