stampa
Dimensione testo
LO STOP

A rischio il risanamento delle aree degradate a Messina

di

Stop al risanamento delle aree degradate. In assemblea regionale – come denunciato dal sindaco Cateno De Luca – si vuole fermare il programma di bonifica e assegnazione di alloggi popolari ai baraccati.

Stralciato l’articolo 45, presentato in finanziaria dal parlamentare Danilo Lo Giudice, che prevede la cessione gratuita di tutte le aree e immobili dell’Istituto autonomo case popolari di Messina all’Agenzia comunale per il risanamento e sbaraccamento, l ’Arisme, per sbloccare e velocizzare l’assegnazione degli alloggi a chi vive nelle baracche.

"Cara Messina stuprata e abbandonata dai tuoi stessi figli che siedono nel parlamento siciliano – sostiene De Luca - da oltre due mesi lavoriamo con l’onorevole Danilo Lo Giudice - per definire alcune norme a sostegno della città di Messina, ci sono alcuni deputati di Messina che stanno facendo di tutto per farle saltare per fare uno sgarro al sindaco De Luca fregandosene del grave danno che arrecano alla città".

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X