POLIZIA

Violenze su figli e mogli, due misure cautelari nel Messinese

La polizia di Stato ha eseguito nel Messinese due misure cautelari per casi di violenza su donne da parte di ex compagni o mariti violenti. La prima storia di vessazioni e violenza è maturata nell’ambito familiare. Vittima e due figli costretti a subire angherie fisiche e psicologiche per anni; una condizione di asservimento e soggezione da cui i figli crescendo si sono affrancati convincendo la madre a chiedere aiuto alla forze di polizia. Una violenza crescente sfociata in minacce concrete e aggressioni che spingono la donna a denunciare.

Nel secondo caso la vittima ha deciso di interrompere la relazione con un uomo che mostrava un’ossessiva e crescente gelosia nei suoi confronti. L’uomo non ha accettato la scelta della donna cominciando a perseguitarla con chiamate e messaggi al telefonino e appostamenti sotto casa. Vere e proprie scenate sul posto di lavoro e lo scorso giugno l’aggressione in strada. La donna fu raggiunta da un agente libero che allertò i soccorsi.

Le successive indagini dei poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Capo d’Orlando coordinate dalla Procura della Repubblica di Patti e volte a ricostruire sia la prima che la seconda vicenda hanno permesso di appurare responsabilità e condotte da parte dei due uomini violenti.

Nei confronti di entrambi la magistratura ha emesso il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalle vittime nonchè quello di comunicazione con loro.

(AGI)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X