stampa
Dimensione testo
LA TASK FORCE

Cittadini contro la differenziata a Messina, il personale scortato dalla Municipale

di

Si inaspriscono le azioni adottate dal Comune di Messina per far decollare la raccolta differenziata porta a porta anche nelle zone franche della città. Gli operatori della società per i rifiuti "Messinaservizi", da domani verranno scortati dagli agenti della Polizia municipale e dal personale dell'ufficio Tributi, in tutti quei condomìni dissidenti che in questi giorni hanno rifiutato i carrellati ed i mastelli individuali destinati alla raccolta differenziata porta a porta .

"Se in determinate zone - dichiara il sindaco - come ad esempio nel villaggio di Santa Lucia sopra Contesse, i cittadini si rifiutano di effettuare la differenziata, dovranno rinunciare anche alla raccolta ordinaria perché non riceveranno più il servizio. Ho vietato agli operatori di Messinaservizi di raccogliere i rifiuti che fino ad oggi sono stati abbandonati per strada. Da domani nessuna discarica verrà più bonificata. La raccolta differenziata - tuona De Luca - è un servizio che deve coinvolgere tutta la città e non possiamo permettere che ci siano zone franche e sacchecdi illegalità. Tutti devono rispettare le regole".

La task force istituita dal Comune si occuperà di censire gli utenti furbetti e consegnare i kit per la differenziata. Coloro che rifiuteranno, non facendosi trovare in casa oppure per mancanza dell'amministratore, verranno subiti denunciati per violazione dell'ordinanza sindacale.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X