stampa
Dimensione testo
SULLO STRETTO

Fumo dal traghetto Messina-Reggio, colpa di un'avaria al motore

di

Un'avaria al motore e non un incendio, sarebbe la causa dell'incidente avvenuto ieri sul traghetto "Villa San Giovanni" della società privata  Caronte e Tourist.

Il fumo nero notato a distanza dal personale di terra, che ha fatto scattare l'allarme, secondo le prime verifiche condotte dell'unità di crisi nominata dalla Caronte è  stato originato da un'avaria meccanica e non da un incendio come subito si è ipotizzato.

"Non sono state acclarate - comunica   l'ufficio stampa della società di traghettamento  - le cause dell'avaria avvenuta ieri di fronte alla costa calabra. Mentre sono in corso gli accertamenti dei vigili del fuoco, già dai primi riscontri è possibile escludere che si sia trattato di incendio. L'uscita di fumo nero - assicura la società- non ha causato alcun disagio ai passeggeri che sono sbarcati nel porto di Reggio Calabria, trainati da un rimorchiatore e assistiti dal personale di bordo".

Il traghetto Villa San Giovanni, con a bordo ventidue passeggeri, ieri mattina era partito dal porto di Tremestieri in direzione Reggio Calabri, quando d'improvviso è stato avvolto da una coltre di fumo.

Immediato l'intervento della Capitaneria di porto e dei vigili del fuoco. Solo due mesi fa un altro incendio per un guasto nella sala motori, si era sviluppato a bordo della nave traghetto "Elio", l'ultima ammiraglia della flotta Caronte.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X