stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Estorsione nel Messinese, imprenditore denuncia: due misure cautelari
CARABINIERI

Estorsione nel Messinese, imprenditore denuncia: due misure cautelari

Operazione anti usura nel Messinese. Carabinieri della compagnia di Patti in azione all’alba, a Rometta Marea e a Messina, per eseguire due misure cautelari del divieto di dimora nel Comune di Brolo, emesse dal gip Ugo Domenico Molina, su richiesta della procura di Patti guidata da Angelo Cavallo.

Destinatari due messinesi accusati di estorsione aggravata in concorso tra loro e con una terza persona coinvolta nell’ambito della stessa indagine e già tratta in arresto. L’indagine, coordinata dal sostituto Giorgia Orlando, ha consentito di ricostruire la drammatica vicenda di un imprenditore brolese che, strangolato dal cappio dell’usura e sull'orlo della disperazione, aveva deciso di denunciare tutto ai carabinieri, dando così il via all’attività investigativa che lo scorso 14 novembre aveva portato, in prima battuta, all’arresto di Fortunato Calabrò e del commerciante messinese Franco Chiaia, rispettivamente colpiti da ordinanza di custodia cautelare in carcere ed agli arresti domiciliari.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X