stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Assembramenti alle isole Eolie, il Codacons invia gli ispettori a Lipari
CORONAVIRUS

Assembramenti alle isole Eolie, il Codacons invia gli ispettori a Lipari

"Invasione di turisti alle isole Eolie dove si registrano assembramenti intollerabili e molti villeggianti, specie i più giovani, non rispettano le norme sull'uso delle mascherine". Lo denuncia oggi il Codacons, che ha inviato i propri ispettori a Lipari per monitorare la situazione alle Eolie.

"La situazione più grave - si legge in una nota - si registra nei porti in occasione delle partenze di aliscafi e traghetti, dove migliaia di persone (a Stromboli, Panarea, Lipari) si accalcano sulle banchine creando pericolosi assembramenti. L’atmosfera di infuoca di notte a Lipari, dove le strade si trasformano in discoteche all’aperto di fronte ai locali che suonano musica dal vivo: qui centinaia di giovani ballano l’uno sull'altro senza rispettare le distanze minime e senza indossare le mascherine. Una situazione di evidente pericolo causata sia dal sovraffollamento di turisti che si registra presso le isole Eolie, sia dalla massiccia presenza di giovani che non rispettano le disposizioni anti-Covid e che porta oggi il Codacons a chiedere la chiusura di tutti i locali di Lipari a partire dalle ore 22, per impedire la trasformazione delle strade in discoteche, e la presenza delle forze dell’ordine in tutti i porti delle Eolie per garantire il rispetto delle distanze minime e dell’uso delle mascherine".

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X