stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Viviana e Gioele: ricerche di tracce nei casolari. Ma prende quota l'ipotesi incidente: "Lesione nel parabrezza"
GIALLO DI CARONIA

Viviana e Gioele: ricerche di tracce nei casolari. Ma prende quota l'ipotesi incidente: "Lesione nel parabrezza"

caronia, Gioele Mondello, Viviana Parisi, Messina, Cronaca
Viviana Parisi e il piccolo Gioele Mondello

La Procura di Patti ha disposto nuovi accertamenti nell’ambito delle indagini sul giallo di Caronia, in cui hanno perso la vita, in circostanze ancora da chiarire, Viviana Parisi, 43 anni, e il figlio Gioele Mondello, di 4 anni.

Gli accertamenti tecnici non ripetibili saranno eseguiti domani pomeriggio in «casolari, allevamenti, abitazioni rurali e pertinenze ubicati in prossimità del luogo di ritrovamento del corpo e di resti di Viviana Parisi e Gioele Mondello».

Esami saranno effettuati con il Luminol alla «ricerca di eventuali tracce ematiche e biologiche, con possibilità di procedere all’identificazione degli animali presenti, con prelievo salivare».

Tutte le ipotesi restano in piedi. Fra tutte la pista della morte accidentale di Gioele, che gli inquirenti stanno approfondendo, anche alla luce di un'altra indiscrezione: il vetro dell’auto condotta da Viviana Parisi risulterebbe lesionato nella parte lato passeggero. Una tesi che potrebbe avvalorare l'ipotesi che il piccolo sia morto per trauma cranico dopo aver sbattuto la testa sul parabrezza anteriore dell'Opel Corsa.

Intanto si cercano altri resti del piccolo Gioele tra i boschi di Caronia. I vigili del fuoco, come disposto dalla Procura di Patti, hanno iniziato a tagliare rovi e si fanno largo tra le sterpaglie e la fitta vegetazione che circonda l’area in cui, il 18 agosto scorso, un carabiniere in pensione ha trovato le spoglie del bimbo.

A 700 metri 10 giorni prima, sotto un traliccio dell’alta tensione, era stato scoperto il cadavere della madre. La donna, una dj torinese che da anni viveva a Venetico, nel messinese, e il figlio erano stati visti vivi per l’ultima volta il 3 agosto, dopo avere avuto un incidente d’auto sulla Palermo-Messina. Gioele era in braccio alla madre. «Sembrava stesse bene», ha raccontato un testimone. Ma le tracce biologiche trovate nella macchina di Viviana, abbandonata dalla dj prima di fuggire via tra la vegetazione, farebbero pensare che il bimbo, nell’impatto della Opel con un furgone, abbia riportato ferite gravi. Gioele potrebbe aver avuto un trauma cranico ed essere morto poco dopo.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X