stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Centrale dello spaccio a Messina: chieste 9 condanne per oltre 90 anni di reclusione
L'OPERAZIONE

Centrale dello spaccio a Messina: chieste 9 condanne per oltre 90 anni di reclusione

Condanne per oltre 90 anni di reclusione sono state chieste dall’accusa nel processo scaturito dall’operazione antidroga "Festa in maschera" scattata lo scorso febbraio a Messina.

Le richieste sono state formulate dai pubblici ministeri Roberto Conte e Antonella Fradà nei confronti delle nove persone che hanno scelto il rito abbreviato nell’ambito dell’udienza preliminare presieduta dal gup Fabio Pagana.

Con l’operazione la Direzione distrettuale antimafia di Messina e la Guardia di finanza hanno puntato i riflettori su un gruppo che spacciava droga e che aveva base operativa nel quartiere di Giostra. I pubblici ministeri hanno chiesto condanne che vanno dai 22 anni fino a 3 anni.

La pena più alta, 22 anni, è stata chiesta per Gaetano Mauro, chiesti inoltre 10 anni e 4 mesi per Giacomo Lo Presti, 10 anni per Domenico Sottile, 8 anni e 4 mesi per Alessio Papale, 7 anni e 6 mesi per Giacomo Russo, 10 anni e 6 mesi per Carlo Ardizzone. Chiesti, infine, 11 anni e 8 mesi per Domenico Batessa e 3 anni e seimila euro di multa per Luca Di Silvestro. Procedono invece con il rito ordinario Giusi Stracuzzi, Orazio Margurio e Antonio Gullì. La parola è quindi passato ai difensori gli avvocati Salvatore Silvestro, Carolina Stroscio, Daniela Garufi, Katia Veneziani, Alessandro Trovato e Giuseppe Bonavita. Nella prossima udienza prevista la sentenza.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X