stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Mafia e droga a Taormina, quattro finiscono in carcere
OPERAZIONE "WOLF"

Mafia e droga a Taormina, quattro finiscono in carcere

Associazione mafiosa, spaccio e tentato omicidio. Sono i reati contestati ai destinatari dei quattro ordini di carcerazione eseguiti dal commissariato di Taormina. Tutti riconducibili all’operazione «Wolf» della polizia di Stato, che nel 2004 portò all’arresto di 47 persone tra Messina, Catania, Catanzaro, Napoli, Roma, Bologna, Como e Milano. Fu sgominata un’associazione mafiosa legata alla cosca criminale dei Cintorino di Calatabiano, attiva nella zona di Taormina.

Perquisizioni, appostamenti e intercettazioni provarono l’esistenza di una rete ben organizzata per lo spaccio di droga, le estorsione ai danni di commercianti e professionisti e i furti.

Gli ordini di carcerazione emessi dalla procura generale presso la Corte d’appello di Reggio Calabria, stabiliscono le pene a carico di Maurizio Cipolla, 38 anni, in atto sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno, che dovrà scontare 10 anni, 6 mesi e 28 giorni di reclusione per associazione mafiosa, associazione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti e tentato omicidio; Salvatore Anastasi, 55 anni, condannato a 3 anni, 6 mesi e 23 giorni per associazione mafiosa, Francesco Cipolla, 45 anni, e Claudio Granata, 42 anni, condannati rispettivamente a 9 anni, un mese e 10 giorni e 9 anni, 6 mesi e 20 giorni per associazione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X