stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Comitato d'affari tra politici e imprenditori a Messina, pene ridotte: i nomi e le condanne
"TERZO LIVELLO"

Comitato d'affari tra politici e imprenditori a Messina, pene ridotte: i nomi e le condanne

La corte di Appello di Messina ha ridotto le condanne di primo grado e disposto alcune assoluzioni nell'ambito del processo denominato Terzo livello, nato dall'inchiesta su un comitato d'affari tra politici, consulenti, dirigenti scoperto dalla Dda.

Condanna a 4 anni per l'ex presidente del consiglio comunale Emilia Barrile e per Marco Ardizzone, due anni e otto mesi per Vincenzo Pergolizzi, un anno e otto mesi per Giovanni Luciano, un anno e 4 mesi per Antonio Fiorino, un anno e tre mesi per Daniele De Almagro, un anno e sei mesi per Carmelo Cordaro, Vincenza Merlino, Stefania Pergolizzi, Sonia Pergolizzi, Michele Adige e Teresa. Pena sospesa per Luciano, Fiorino, De Almagro, Cordaro, Adige, Merlino, Stefania, Sonia e Teresa Pergolizzi.

Sono stati poi assolti l'ex consigliere provinciale Francesco Clemente e gli imprenditori Angelo e Giuseppe Pernicone. L'inchiesta aveva svelato l'esistenza di un comitato d'affari in grado di intervenire presso uffici comunali di Messina o aziende partecipate, affinché le istanze avanzate dagli imprenditori "amici" venissero portate a buon fine. Tutto questo per acquisire consenso anche in prospettiva elettorale.

I pm spiegarono che l'inchiesta aveva rivelato uno "spaccato di rapporti inquietanti, nel quale l'ex presidente del consiglio Emilia Barrile operava, risultando dedita con sistematicità ad attività di pressione su uffici pubblici, finalizzata al pronto soddisfacimento di interessi privati facenti capo ad importanti imprenditori di Messina"

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X