stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Oltre 25mila vaccini e 65mila tamponi drive-in: i numeri dell'emergenza Covid a Messina
IL BILANCIO

Oltre 25mila vaccini e 65mila tamponi drive-in: i numeri dell'emergenza Covid a Messina

coronavirus, Messina, Cronaca
Ruggero Razza e Maria Grazia Furnari

Da inizio anno ad oggi somministrati 25.349 vaccini nel Messinese, tra prime e seconde dosi, 17mila dati caricati nel sistema dell’Istituto Superiore della Sanità, 25.315 esiti di tamponi comunicati (positivi 11.670 e negativi 13.645), 65.450 i tamponi rapidi in drive-in viaggiatori, cittadini e scuole, 5.238 utenze attivate nell’ufficio rifiuti, 16mila persone raggiunte dal supporto psicologico e contact tracing, l’accordo con la Rete civica della Salute (circa 30 casi al giorno), assistenza domiciliare e un team dedicato alle persone più fragili, 22 nuove terapie intensive (in totale oggi 58) e 103 nuovi posti letto di degenza ordinaria (ora in totale 297), convenzioni con Rsa e cliniche, un’innovativa piattaforma informatica per mettere in rete tutti i dati e 372 persone al lavoro nell’ufficio straordinario Emergenza Covid-19 a Messina, in crescente incremento.

Il bilancio dell’attività è stato presentato in mattinata alla stampa dal commissario ad acta Maria Grazia Furnari, che ha fatto il punto della situazione alla presenza del capo di gabinetto dell’assessorato regionale alla Salute Ferdinando Croce, del direttore sanitario dell’Asp Messina Bernardo Alagna, dell’ex commissario dell’Asp Messina Carmelo Crisicelli e dei responsabili delle diverse aree di riferimento.

Obiettivo principale: far fronte, in modo tempestivo ed esaustivo, alle esigenze della cittadinanza e fornire risposte concrete all’utenza grazie ad una squadra completamente nuova, che lavora nel dipartimento di Ingegneria del Polo Papardo: 5 persone in segreteria, 68 amministrativi, 147 psicologi (che rispondono a circa 370 chiamate al giorno, 56 biologi, 13 assistenti sociali, 19 assistenti tecnico-informatici, 12 tecnici della prevenzione, 13 educatori, 42 ingegneri, medici e infermieri. Sul fronte case di riposo, 51 strutture ispezionate con tecnici della prevenzione e personale medico, 736 i tamponi effettuati agli ospiti e 434 agli operatori. Attivate 33 squadre Usca, coordinate da Gianfranco Nastasi, e l’Usca Case di Riposo. Ogni giorno circa 150 le chiamate per la sorveglianza sanitaria affidata all’Usca.

Aperta una pagina Facebook (già seguita da oltre 3mila persone) e un numero Whatsapp 335.7753954; attivati due nuovi numeri per il supporto psicologico tel.3384721806 e 3384721796.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X