stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, tempi record per il centro hub per le vaccinazioni: padiglione pronto il 6 marzo
CORONAVIRUS

Messina, tempi record per il centro hub per le vaccinazioni: padiglione pronto il 6 marzo

Tempi record nell’allestimento del centro Hub per le vaccinazioni di massa nella città di Messina: sabato prossimo è prevista la consegna del primo padiglione 7a. "I lavori sono cominciati sabato scorso, subito dopo la consegna delle chiavi, e il cantiere procede celermente", evidenzia il direttore generale facente funzioni dell’Asp di Messina, Bernardo Alagna, che ha condotto un sopralluogo per verificare l'adeguamento dei due padiglioni (7a e 7b) dell’ex complesso fieristico dove la ditta, incaricata dalla Protezione Civile, sta lavorando notte e giorno per renderli sicuri, agevoli e confortevoli pronti ad accogliere la cittadinanza per i prossimi 7 mesi.

"In una settimana sarà ultimato il primo, mentre per il 7b servirà ancora qualche giorno - prosegue Alagna - è stata fatta l'impermeabilizzazione, revisionato l’impianto d’illuminazione (che prevede neon in caso di emergenza), predisposti bagni (anche per persone diversamente abili), quasi ultimata la posa della pavimentazione, e nei prossimi giorni verranno collocati i 44 'moduli' box che materialmente ospiteranno le vaccinazioni, compresi di linea internet per poter mettere tutti i dati in rete in tempo reale. Stimiamo di poter vaccinare in due turni: la mattina, dalle 9 alle 13, nel pomeriggio, dalle 15.30 alle 19.30 per un complessivo di 8 ore, che nel tempo potrebbe essere esteso con un turno aggiuntivo serale, così da garantire circa 10 somministrazioni l’ora in ciascun box per un totale complessivo fino a 4000 vaccinazioni in ogni giornata, col sistema a regime si intende".

Il parcheggio ospita una cinquantina di vetture: si stima l’arrivo di oltre 300 auto ogni 60 minuti in base alle prenotazioni". Saranno utilizzati i vaccini di Astrazeneca, Pfizer e Moderna. Al sopralluogo tecnico hanno preso parte anche alcuni ingegneri consulenti dell’Azienda sanitaria provinciale, tra cui Francesco Giglio, Fabio Raffone, Giovanni Perri, Giacomo Spadaro e Claudia Sorce.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X