stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Vaccini, alcuni comuni del Messinese sopra l’80 percento e una media generale del 64%
CORONAVIRUS

Vaccini, alcuni comuni del Messinese sopra l’80 percento e una media generale del 64%

coronavirus, vaccino, Messina, Cronaca
Alberto Firenze, commissario per l'emergenza Covid a Messina

“Siamo soddisfatti per gli esiti della campagna di vaccinazione, difatti secondo il report aggiornato al 5 agosto dalla Regione, si registra una media del 64% di vaccinati nei 108 comuni della Città Metropolitana di Messina, in un territorio complesso come quello messinese, composto anche da località non facilmente raggiungibili, molte delle quali in montagna”. A dirlo il commissario per l'emergenza Covid 19 di Messina, Alberto Firenze.

"Merito di questi risultati va soprattutto al potenziamento degli hub nei mesi scorsi - continua -, ma anche alla campagna di prossimità con i vaccini anche a chilometro zero, nei lidi, nelle navi, nelle piazze e nei luoghi della Cultura, grazie all'impegno del personale dell'Asp e di questo ufficio commissariale. Dopo questo tipo di campagna si registrano comuni come Roccafiorita, San Marco d'Alunzio, Mistretta, Limina, San Pier Niceto, Mirto, Ucria, Motta d'Affermo, Castel di Lucio, San Salvatore di Fitalia, Reitano, Raccuja, Alcara li Fusi, Brolo, Frazzanò, Moio Alcantara, con percentuali di vaccinazioni ben oltre il 75 per cento, e alcuni comuni come Roccafiorita completamente immunizzati con il 100%. Tuttavia, purtroppo, esistono anche una decina di comuni che, nonostante l'impegno profuso da questo Ufficio, hanno percentuali con meno del 55% di vaccinati. Si tratta dei comuni San Filippo del Mela, Pace del Mela, Furnari, Santa Teresa di Riva, Nizza di Sicilia, Castelmola, Alì Terme, Tortorici, Gaggi, Savoca, Castell'Umberto, Scaletta Zanclea, Itala, Alì, Fiumedinisi".

“Noi riteniamo - prosegue Firenze - che in alcuni di questi casi sia necessario incentivare ulteriormente il supporto delle amministrazioni comunali alla campagna vaccinale. Stigmatizziamo il comportamento di quei comuni che non hanno partecipato attivamente e non non creato nella loro comunità i presupposti per iniziative a supporto della campagna vaccinale. Auspichiamo nei prossimi giorni che molte località che ancora arrancano, possano dare il giusto impulso alla campagna vaccinale trovando insieme a questo Ufficio e all’Asp le modalità più opportune per raggiungere la media di vaccinati ottenuta negli altri comuni”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X