stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Giallo a Lipari, la figlia dell'imprenditore morto: «Non è caduto dall'impalcatura»
AVEVA 68 ANNI

Giallo a Lipari, la figlia dell'imprenditore morto: «Non è caduto dall'impalcatura»

Messina, Cronaca
Bartolo Zaia, la vittima (foto notiziarioeolie.it)

Un imprenditore edile Bartolo Zaia, 68 anni, è morto a Lipari. Sarebbe caduto da una impalcatura in un cantiere in località Zinzolo. Dalle prime indagini sembrerebbe che  l’uomo si fosse recato nella casa della figlia dove erano in corso lavori di restauro di un rudere.  Una ricostruzione che è stata smentita dalla figlia Luana Zaia: «Mio padre non stava lavorando nella casa. Ha avuto un malore ed è caduto dalle scale». I carabinieri, però, stanno indagando sull’ipotesi di un incidente sul lavoro, perché la casa dove l’uomo è morto è in ristrutturazione ed è di proprietà della figlia.

Secondo la ricostruzione fornita a dare l’allarme sarebbe stato un passante che avrebbe visto a terra Zaia. Sul posto si sono recati l’ambulanza del 118 e due pattuglie dei carabinieri. Sulla vicenda che ha turbato la comunità eoliana per la famiglia di Canneto molto nota sull’isola, i carabinieri hanno avviato le prime indagini. La salma è stata trasferita nella sala mortuaria del cimitero.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X