stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Lipari, la morte di Lorenza Famularo: la procura generale di Messina avoca a sé l'inchiesta
LE INDAGINI

Lipari, la morte di Lorenza Famularo: la procura generale di Messina avoca a sé l'inchiesta

di
La procura di Barcellona aveva richiesto l'archiviazione del caso
Messina, Cronaca
Lorenza Famularo

Dopo due anni la procura di Barcellona ha richiesto l'archiviazione del caso per la morte della 21enne Lorenza Famularo, di Lipari, a seguito di una embolia che non sarebbe stata accertata dai medici dell'ospedale. Ma la procura generale di Messina ha avocato a sé l'indagine.

L'avvocato Vincenzo La Cava, che con il collega Nunzio Rosso rappresenta i familiari, ha proposto ricorso: «Ritengo corretto - dice - che, alla luce delle motivazioni del pm di Barcellona in sede di richiesta di archiviazione e delle articolate circostanze formulate nelle varie querele depositate, il procuratore generale sia intervenuto per avocare a se l'inchiesta». L'indagine era stata portata avanti dal piemme Carlo Bray ed è stata adesso avocata dal sostituto procuratore generale Giuseppe Costa. Prossima udienza il 13 febbraio.

La vicenda risale al mese di agosto 2020. I genitori, Angela Giardina e Giovanni Famularo, che lavora presso una ditta edile di Lipari, hanno sempre parlato di embolia. A seguito della denuncia dei familiari scattò l'indagine della procura. A Lipari per verifiche all'ospedale arrivarono gli ispettori del ministero della salute e una commissione regionale. I carabinieri sequestrarono la cartella clinica e la procura ordinò l'autopsia. La gente scese in piazza in massa per richiedere un ospedale funzionale, arrivò anche l'allora assessore Ruggero Razza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X