stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Turismo a Patti, il 7 per cento della popolazione va in crociera

Turismo a Patti, il 7 per cento della popolazione va in crociera

PATTI. Vacanze all’estero all’insegna del risparmio, soprattutto per i giovani e per i nuclei familiari pattesi di al massimo quattro persone. Non accenna a diminuire in città e nel suo comprensorio il fascino della crociera: i pattesi non badano a spese, ricorrendo se necessario anche all’aiuto delle finanziarie per i nuclei familiari in massima parte composti da quattro persone per effettuare delle crociere nei posti più rinomati del Mediterraneo. Rispetto allo scorso anno tuttavia si nota un leggero calo, da 852 si è passati a 799, ovvero quasi il 7% della popolazione, però dall’altro c’è da registrare un deciso incremento di coppie di sposini che da 60 hanno toccato quota 75, di cui ben 15 hanno potuto effettuarla grazie al contributo degli invitati alle nozze. In pratica, possono farlo personalmente andando nelle agenzie, indicando la somma che intendono versare. Denaro questo che va a confluire in un apposito conto corrente intestato alla coppia in questione. Sono questi i numeri portanti che sono emersi da una inchiesta effettuata presso alcune agenzie di viaggio dislocate sul territorio. Dati, che hanno registrato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno una sostanziale tenuta, determinato peraltro in buona parte in questi ultimi due mesi. «Analizzando attentamente l’andamento di questo importante settore turistico - dichiara Sara Cangemi - titolare dell’omonima agenzia, i nuclei familiari hanno scelto di optare per i viaggi con partenza da Palermo e Genova, le località di Tunisi, Palma di Maiorca, Barcellona, Marsigli». Il tutto favorito anche dal fatto che le varie compagnie, sulla scia di quanto messo in atto la scorsa stagione, hanno incrementato i pacchetti promozionali con delle offerte vantaggiose al massimo, tanto che in un nucleo familiare composto da quattro persone, pagavano solamente gli adulti, mentre ne erano esenti i figli fino a 18 anni. L’importo economico è determinato dal periodo in cui si effettua la crociera – conclude Cangemi - però mediamente il costo per ogni singolo nucleo familiare per la durata di una settimana, tutto completo si aggira intono ai 2000 euro». Diverse invece le preferenze dei giovani dai 20 ai 29 anni che all’insegna del risparmio hanno preferito le località turistiche della Tunisia, tradizionalmente economiche. «In media le loro vacanze sono state di una settimana scegliendo in massima parte un pacchetto – offerta che variava dai 400 ai 600 euro a testa - dichiara il legale rappresentante della “Tyndaris Viaggi”, Michele D’Addea. Le località preferite, Maiorca, Costa Brava, le isole greche di Mykonos, Santorini e le coste dalmate della Croatia. Queste le mete che hanno scelto la maggior parte dei giovani che si sono affidati alla nostra agenzia. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, si è registrata una sostanziale tenuta soprattutto al fatto che le offerte dei pacchetti - vacanze praticate dai tour operator siciliani erano alquanto vantaggiose». Infine da registrare in costante crescita, le mini crociere verso le isole Eolie in partenza dal porticciolo della stazione turistica di Marina. Ca.Fe.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X