stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Lavoratori Fiat del Messinese: prime lettere di licenziamento
CRISI

Lavoratori Fiat del Messinese: prime lettere di licenziamento

di
I 40 dipendenti delle concessionarie QMotors, con sedi in città e in provincia, da Capodanno si troveranno senza impiego

MESSINA. Non saranno delle feste serene per i 40 dipendenti della QMotors, la rete di concessionarie Fiat di capoluogo e provincia. Le federazioni Fim e Fisascat della Cisl hanno comunicato che sono state inviate le prime lettere di licenziamento al personale che nelle scorse settimane aveva manifestato in sit-in all’ingresso della Prefettura per sollecitare delle alternative alla perdita del posto.  La decorrenza del licenziamento indicata nelle missive è fissata al 29 dicembre e dunque a capodanno i 40 lavoratori QMotors si ritroveranno senza lavoro. Nei giorni scorsi si era inoltre chiusa, negativamente, la procedura presso l’Ufficio Provinciale del Lavoro.  La Fim Cisl e la Fisascat Cisl hanno deciso di richiedere con urgenza un nuovo incontro al prefetto Stefano Trotta per capire quale potrebbe essere il futuro occupazionale dei lavoratori dopo la nuova assegnazione dei marchi Fiat su Messina e provincia. «Chiederemo al prefetto – spiegano i sindacalisti Nino Alibrandi e Alessio Gennaro – di convocare i rappresentanti in Sicilia della Fiat per studiare una soluzione che porti al riassorbimento dei lavoratori nelle nuove concessionarie per non perdere il patrimonio professionale acquisito negli anni sui mezzi del marchio Fiat. Si tratta anche di evitare un grave problema sociale in città e in provincia visto che rimangono a casa 40 persone, quasi tutti con monoreddito».

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X