INGV

Monitoraggio delle spiagge di Milazzo, tra le nuove pocket beach anche Rinella

di

Le spiagge di Milazzo sono state oggetto di un monitoraggio, appena condotto da un gruppo di ricercatori della sezione regionale dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, diretta da Francesco Italiano.

L'attività di supervisione, alla quale hanno partecipato anche alcuni studiosi di Malta, servirà a valutare se le spiagge esaminate, possiedono i requisiti e le peculiarità naturalistiche necessarie per diventare le nuove "Pocket Beach" da utilizzare come siti di studio e monitoraggio ambientale.

Durante la visita è stata presentata la spiaggia di Rinella a Capo Milazzo. Le fattezze della spiaggia mamertina sono state illustrate agli studiosi dal biologo Carmelo Isgrò, al quale si deve il merito di avere trasformato il capodoglio Siso spiaggiatosi a Milazzo, in un'opera d'arte esposta nel nuovo Museo del mare all'interno del Castello.

Piccola ma incantevole, la "Baia della Renella" è caratterizzata da una spiaggetta dibsabbia bianca e fine, con all'orizzonte lo scenario mozzafiato delle isole Eolie. Presenti al sopralluogo anche Gianluca Lazzaro, Licia Corsale, Oliver Saliba e Johann Attard.

Le pocket beach sono piccole spiagge confinate tra promotori rocciosi, luoghi unici e di alto valore ambientale. Negli ultimi decenni sono state oggetto di un intenso sviluppo turistico che ne sta mettendo a rischio la conservazione. " Chissà che nella spiaggia di Rinella - ha detto Isgrò - non nidifichi la tartaruga caretta caretta". Risale a pochi giorni fa la scoperta dei primi nidi caretta caretta, rinvenuti sulle spiagge milazzesi.

 

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X