stampa
Dimensione testo
AMBIENTE

Sui Nebrodi è guerra ai ghiri che danneggiano i noccioleti

NEBRODI. L’ente Parco dei Nebrodi interviene sui danni provocati dai ghiri nelle coltivazioni di nocciolo mettendo a disposizione uno studio elaborato con il presidente di Federparchi, Giampiero Sammuri che individua le possibili soluzioni. Il presidente dell’ente Parco Giuseppe Antoci dichiara “faremo squadra con i comuni dei Nebrodi maggiormente colpiti per contrastare questo fenomeno flagello”.

Un metodo di contrasto consiste nell’incrementare la popolazione di uno dei nemici principali del ghiro che è l’allocco, mediante apposizioni di strutture di nidificazione di quest’ultimo, e nel creare ove possibile delle fasce di interruzione “ambientale” tra i noccioleti e le aree boscate. Il secondo metodo è quello che prevede la cattura dei ghiri mediante apposizione nei noccioleti di trappole e potranno essere coinvolti gli stessi agricoltori previamente formati con apposito corso. I progetto, che si svilupperà in tre anni, contiene un prospetto economico finanziario di realizzazione e vede il coinvolgimento anche delle ripartizioni faunistico-venatorie e dell’Ispra. N.Dr.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X