Colpo in banca a Messina, due arresti dopo quasi un anno

MESSINA. Sono stati identificati ed arrestati i due presunti autori della rapina del 21 agosto 2015 al Monte dei Paschi di Siena in via Garibaldi a Messina. Il colpo fruttò un bottino di quasi 23mila euro. Ad incastrare i due le descrizioni dei testimoni oculari e le impronte digitali.

A finire in manette Giuseppe Abate, di 29 anni e Salvatore Assennato, di 34 anni. I due, secondo la ricostruzione della polizia, entrarono in banca spacciandosi per clienti. In un primo momento chiesero persino informazioni per l’apertura di un conto corrente. Una volta dentro, però, tirarono fuori un taglierino, seminando il panico tra clienti e dipendenti, riuscendo ad arrivare alle casse e a una piccola cassaforte, portando via ciò che c'era in cassa.

Adesso gli agenti della squadra mobile di Messina hanno dato esecuzione alla misura cautelare emessa dal gip Salvatore Mastroeni, su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica Francesco Massara che ha coordinato le indagini. Abate è attualmente detenuto nel carcere di Piazza Armerina, l’atto è stato notificato nella casa circondariale. Assennato, che era agli arresti domiciliari, è stato portato nel carcere di Catania.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X