Rifiuti, raccolta a rischio: manca pure il gasolio

MessinAmbiente senza fondi. Vertice per affrontare l’emergenza
Messina, Archivio

MESSINA. Settimana decisiva sulla gestione dei rifiuti. Oggi la MessinAmbiente, la società che effettua la raccolta e lo smaltimento dell'immondizia rischia di restare senza gasolio per carenza di fondi. Lo scorso fine settimane con un intervento tampone di Comune e Ato3 è stato garantito il servizio ma da questa mattina si farà un nuovo punto della situazione per capire il da farsi. Il commissario della MessinAmbiente, Armando Di Maria, ha sottolineato l'emergenza fondi per l'acquisto gasolio mentre il commissario dell'Ato3 Michele Trimboli, ricevuto come gli altri dirigenti dal commissario del Comune Luigi Croce, ha evidenziato che il problema è più generale: ovvero di trasferimento di fondi attesi da Regione e Stato, ormai da troppo tempo. Di mezzo c'è che il personale della MessinAmbiente attende ancora il versamento dello stipendio di agosto. Già oggi il Comune dovrebbe fornire notizie positive se Stato e Regione faranno la loro parte.
Se la MessinAmbiente è senza soldi per comprare il gasolio, all'azienda trasporti sono in condizioni finanziarie drammatiche per arretrati e soprattutto organizzazione dei servizi: in giro, infatti, ci sono soltanto una decina di autobus e quattro tram. La scorsa settimana sono stati corrisposti ai dipendenti dell'ente di via La Farina la quattordicesima e la mensilità di luglio. La commissione Trasporti del Comune sta per ricevere il Piano industriale dell'Atm per fornire ai dirigenti comunali un parere preventivo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X