Milazzo, dissesto finanziario per il Comune

La Corte dei conti ha avviato le procedure previste: la nomina di un commissario e l'approvazione della delibera di default. I consiglieri dell'opposizione occupano l'aula e denunciano tutto alla Procura
Messina, Archivio

MILAZZO. La Corte dei conti ha preso atto del dissesto finanziario del Comune di Milazzo e ha avviato le procedure previste dalla nuova normativa nazionale: la nomina da parte del prefetto di un commissario e l'approvazione entro 20 giorni, da parte del Consiglio comunale,
della delibera di default. La notizia viene anticipata oggi dalla "Gazzetta del Sud".
La deliberazione è stata inviata anche alla Procura della corte dei Conti per accertare la responsabilità degli amministratori. Ma i consiglieri dell'opposizione non ci stanno e attaccano l'amministrazione del sindaco Carmelo Pino, eletto con una lista civica e poi passato a Fli.
"L'amministrazione avrebbe potuto fare cassa - spiega Alessio Andaloro, di Grande Sud - attuando il piano di risanamento che lo stesso sindaco aveva annunciato. Abbiamo chiesto più volte la documentazione contabile all'amministrazione, che non c'é l'ha fatta avere. Per questo abbiamo anche occupato l'aula consiliare e denunciato tutto alla Procura, che ha aperto un'inchiesta".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X