Trasporto pubblico nel caos: ore di attesa e pochi mezzi disponibili

In strada solo 18 autobus sui 100 disponibili e appena 4 vetture del tram sulle 10 acquistate. Il motivo? L'azienda trasporti è coperta dai debiti e non ha i soldi per le riparazioni. I sindacati CGil e Cisl chiedono l'avvio di un'indagine interna
Messina, Archivio

MESSINA. Trasporto pubblico nel caos. Alle fermate due ore di attesa per gli autobus e cinquanta minuti per il tram. In strada solo 18 mezzi sui 100 disponibili e appena 4 vetture del tram sulle 10 acquistate. Il motivo? L'azienda trasporti è coperta dai debiti e non ha i soldi per le riparazioni.
Nelle ultime ore è saltato fuori l'ennesimo buco. L'azienda, nel 2008, avrebbe ottenuto dalla Regione un'anticipazione di oltre tre milioni di euro da restituire in 20 rate mensili da 268 mila euro. Quei soldi però non sono mai tornati al mittente. Pagate appena otto rate. La Regione adesso pretende il pagamento di quanto dovuto. I sindacati CGil e Cisl chiedono l'avvio di un'indagine interna.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X