Messina, il Comune non incassa i crediti

Nel 2011 sui 23 milioni e 800 mila euro che avrebbe dovuto incassare dai cittadini attraverso la Tarsu, la tassa sui rifiuti, sono stati incassati appena 140 mila euro
Messina, Archivio

MESSINA. Il Comune di Messina annega nei debiti ma non incassa i crediti. Dal conto consuntivo 2011 di palazzo Zanca emergono dati significativi evidenziatri in rosso dai revisori dei conti. Nel 2011 sui 23 milioni e 800 mila euro che il Comune avrebbe dovuto incassare dai cittadini attraverso la Tarsu, la tassa sui rifiuti, sono stati incassati appena 140 mila euro. Quasi tutti i tributi non stati iscritti a ruolo non sono stati cioè trasformati in cartelle esattoriali. E non è tutto. Dal 2010, andando a ritroso, il comune vanta un credito rispetto alla Tarsu di 41 milioni circa visto che ne ha incassati appena 20. Parte di questi soldi rischiano secondo i revisori di andare in prescrizione. Questi 41 milioni si aggiungono ai 23 milioni del 2011.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X