Trasporti, 40 autisti dovranno cambiare mansioni

Secondo l’Atm 180 conducenti per i mezzi attualmente in strada sono troppi. Si occuperanno di controllo dei biglietti o di presidio del capolinea
Messina, Archivio

MESSINA  Se gli autisti sono troppi rispetto ai venti autobus a disposizione, l'azienda, li trasferisce ad altre mansioni e minaccia, qualora si rifiutassero di traslocare, di sospenderli dallo stipendio. Quello stipendio che da tre mesi non c'è.  Mentre continua il presidio dei dipendenti dell'azienda trasporti al Comune (cinque di loro minacciano di lanciarsi dalle finestre della saletta commissioni), arriva, come una doccia fredda un ordine di servizio del direttore generale dell'Atm Claudio Conte.
In pratica, visto che sulla strada attualmente, a causa della crisi dell'azienda, ci sono appena venti autobus e soltanto sei vetture del tram contro i 180 autisti in servizio, quaranta di loro dovranno scendere dagli autobus. Dovranno lasciare per il momento le loro mansioni. L'ordine di servizio parla di ricollocazione ad altro compito: dal controllo dei biglietti, alla vendita dei titoli di viaggio, al presidio dei capolinea.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook