"Patto di stabilità sforato di 72 milioni"

Lo afferma il ragioniere generale dell'Ente, Vincenzo Coglitore, in una lettera al commissario straordinario Luigi Croce, airevisori dei conti, ai dirigenti del settore finanziario e al presidente del Consiglio comunale
Messina, Archivio

MESSINA. Il patto di stabilità 2012 del Comune di Messina è stato sforato per oltre 72 milioni di euro. Lo afferma il ragioniere generale dell'Ente, Vincenzo Coglitore, in una lettera al commissario straordinario Luigi Croce, airevisori dei conti, ai dirigenti del settore finanziario e al presidente del Consiglio comunale.

Coglitore esprime «preoccupazioni per le condizioni finanziarie» di Palazzo Zanca e chiede che «l'ente adotti tutti i provvedimenti correttivi e contenitivi finalizzati a non aggravare la propria situazione finanziaria».  «Il mancato rispetto programmatico - aggiunge il ragioniere
generale del Comune di Messina - determina numerose sanzioni tra le quali la maggiore è la riduzione dei trasferimenti statali in misura pari all'importo dello sforamento». 
Coglitore chiede a dirigenti del settore Entrate «di provvedere all'accertamento di tutte le entrate di propria competenza, mediante l'adozione di determinazione, corredata da idonea documentazione da cui risulti l'esistenza del credito per avere un dato più certo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X