Fiera internazionale, la Regione scioglie l'ente

La delibera approvata dalla giunta regionale quando era guidata da Raffaele Lombardo: è datata 21 giugno ma è stata pubblicata solo qualche giorno fa sul sito dell'amministrazione
Messina, Archivio

MESSINA. La Regione siciliana scioglie l’ente fiera internazionale di Messina. La delibera, approvata dalla giunta regionale quando era ancora guidata da Raffaele Lombardo, è datata 21 giugno ma è stata pubblicata solo qualche giorno fa sul sito della regione.

Nel documento la situazione debitoria dell’ente si definisce irreversibile. La situazione economica dell’ente viene definita gravissima e irreversibile. E quindi viene citata l’istanza di fallimento presentata dalla fiera di Milano Spa che vanta un credito per l’affitto di un padiglione utilizzato dai produttori messinese.

E poi ci sono i due milioni e trecentomila euro di debiti verso i fornitori, il milione e seicentomila euro di decreti ingiuntivi. A pesare secondo la Regione ci sarebbe il contenzioso innescato con gli ex dipendenti precari che chiedono al giudice di trasformare il rapporto di lavoro a tempo indeterminato. E’ il de profundis per un ente che vive da oltre 50 anni ma che affonda le sue radici nel secolo scorso. Non è chiara la fine che faranno i 13 dipendenti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook