Il polo sportivo di contrada Pissi Via ai cantieri a Capo d’Orlando

Una palestra dedicata alla ginnastica artistica aprirà all’inizio dell’anno prossimo

CAPO D’ORLANDO. Passa attraverso due importanti interventi, il primo in fase di realizzazione il secondo affidato ad un concorso di idee, la riqualificazione e lo sviluppo del polo sportivo di contrada Pissi.

La zona, nella quale è stato realizzato il nuovo stadio attualmente utilizzato dalle formazioni calcistiche cittadine (ma anche da alcune squadre del comprensorio) sta per arricchirsi di una palestra per la ginnastica artistica che una società sportiva sta realizzando grazie ad un mutuo con il Credito Sportivo al quale ha fatto da garante il comune paladino.

L’opera vedrà la luce all’inizio del prossimo anno e servirà un vasto comprensorio. Ma il progetto più ambizioso è quello che ha già raccolto decine di adesioni da tutta Italia e relativo ad un concorso di idee per la realizzazione di un polo sportivo.

L’intervento, secondo il bando presentato dal comune lo scorso anno, ha lo scopo di volere ricercare e proporre una logica progettuale di riqualificazione del “costruito” e del suo “intorno” che persegua, a partire dall’esistente, l’obiettivo di accrescere la bellezza del territorio attraverso la realizzazione di un progetto di architettura contemporanea di qualità, capace di integrarsi con il contesto e valorizzare quindi il paesaggio circostante.

Nei giorni scorsi l’ufficio tecnico del comune paladino ha nominato la commissione che dovrà giudicare gli elaborati giunti in municipio. Il presidente sarà Maria Luisa Germanà, docente presso la facoltà di architettura di Palermo, segretario l’ingegner Michele Gatto, responsabile dell’area manutenzioni del comune mentre faranno parte della commissione anche Ernesto Forte, responsabile del Coni per l’impiantistica sportiva e Mario Valenti, già capo dell’ufficio tecnico del comune paladino.

“Il concorso- afferma una nota dell’ufficio tecnico- mira ad acquisire soluzioni progettuali capaci di definire il rapporto tra la nuova struttura sportiva ed il nuovo contesto circostante, in particolare, il vicino Parco delle Colture Mediterranee, la linea ferrata che separa l’area di concorso con la linea di costa, e l’esistente tessuto residenziale Il primo premio è di 13.000 euro e l’eventuale incarico per le successive fasi di progettazione mentre al secondo ed al terzo classificato andranno 3.000 euro ciascuno.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook