Primarie del Pd, ecco i nove candidati

Cinque donne e quattro uomini per il rinnovo del parlamento nazionale. Si voterà domenica prossima soltanto nei circoli del partito

MESSINA. Sono ufficiali i nove nomi per le primarie locali del Pd. Tra capoluogo e provincia sono stati infatti selezionati i candidati per il rinnovo del parlamento nazionale. Ieri mattina la direzione nazionale del partito si è riunita e ha comunicato le scelte: cinque donne e quattro uomini. Due i capolista - l'uscente Francantonio Genovese e l'ex assessore comunale alla Scuola Liliana Modica - per le primarie che si svolgeranno domenica prossima dalle 8 alle 21, solo nei circoli del Pd. Non saranno allestiti gazebo. Gli altri nomi, dopo quelli di Genovese e Modica, saranno messi in ordine alfabetico e sono: la sconosciuta agli ambienti politici Milena Cartesio, Maria Tindara Gullo che ha il suo gruzzolo di elettori a Patti, Luciana Intilisano, anche lei già assessore comunale nel capoluogo come Modica, Giuseppe Occhino, consigliere comunale di Roccafiorita, il renziano e presidente del V quartiere Alessandro Russo, l'ex vicesindaco Antonio Saitta e la professoressa Lucia Tarro Celi.
Tutti e nove saranno candidati e saranno divisi per posizioni in lista in base ai voti che riporteranno tra la lista alla Camera del collegio orientale della Sicilia e quella al Senato che sarà unica in tutta l'Isola. Sarà il quoziente su scala provinciale a decidere le posizioni contro gli esponenti delle altre province siciliane che fanno parte della Sicilia orientale. Gli elettori di queste nuove primarie sono quelli iscritti al partito oppure quelli che hanno già votato per le primarie nazionali per la scelta del premier del centrosinistra. Gli elettori avranno il diritto di esprimere una preferenza. Ne potranno esprimere pure due ma in questo secondo caso per il rispetto di genere dovranno votare obbligatoriamente un uomo e una donna altrimenti la seconda preferenza sarà annullata. In pratica non sarà possibile sostenere due uomini oppure due donne. Nelle liste siciliane, saranno due per la Camera e una per il Senato, la direzione nazionale del Pd si riserverà altri undici nomi che saranno scelti proprio dall'organismo centrale del partito con tre che saranno capolista delle altrettante liste siciliane. E potrebbero spuntare altri messinesi.
Hanno deciso di fare un passo indietro nel Pd ma avevano voglia di candidarsi anche l'attuale consigliera comunale Emilia Barrile e l'ex consigliera Donatella Sindoni. Dei nove si parlava pure del direttore del Cesv, il centro servizi per il volontariato, Antonino Mantineo. La provincia è stata per affluenza la prima in Sicilia sia nelle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato premier che al ballottaggio tra Pierluigi Bersani e Matteo Renzi. Messina era stata fondamentale anche per l'elezione di Rosario Crocetta alla presidenza della Regione e ottimi risultati aveva ottenuto pure la lista del governatore.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X