Si brucia la pompa di sollevamento Ciaramita a secco per 24 ore

Messina, Archivio

MESSINA. Problemi di carenza idrica all'Annunziata nell'area Ciaramita. Una pompa di sollevamento che si è bruciata ha provocato il danno. L'Amam conta di riparare il guasto in 24 ore e dunque già dalla notte appena passata i cittadini della zona che si riforniscono d'acqua sono tornati a utilizzare il prezioso liquido. La pompa di sollevamento è rimasta "scossa" per via dei cavi di congiunzione con la cabina elettrica. I residenti hanno telefonato al centralino dell'ente per avere risposte ma a quanto pare non sono stati soddisfatti. Già nel febbraio scorso una denuncia, con firma digitale, era stata inviata anche alla Procura Generale di Messina. Il messinese Fabio Famulari l'aveva inviata dopo gli ultimi disagi informativi sulla carenza idrica in città, per effetto dei danni alle condotte prima a Sant'Alessio e poi a Letojanni. L'atto era stato inviato anche al commissario del Comune, Croce, al direttore generale dell'Amam, Luigi La Rosa, e alle redazioni giornalistiche. Secondo l'esposto l'uomo aveva richiesto informazioni all'Amam al numero per la segnalazione guasti ma non aveva ricevuto risposte. Un pò quanto avvenuto ieri. Il numero è lo 0903687722 e in assenza di risposta aveva denunciato il mancato servizio di informazione e segnalazione emergenze che chiunque cittadino ha il diritto di avere e l’avvio delle dovute azioni degli Organi Giudiziari. Del caso, per l'Amam, se n'era occupato l'amministratore Alessandro Anastasi che aveva sollecitato al Comune la possibilità di aumentare il personale per il servizio informazioni.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X