EX PROVINCIA

Affitti delle scuole a Messina, piano di razionalizzazione

di
Il via dal mese in corso. Saranno interessati plessi del capoluogo, Milazzo, Barcellona Pozzo di Gotto, Capo d’Orlando, Patti, Tortorici e Sant’Agata Militello

MESSINA. Per risparmiare sugli affitti gli uffici della Provincia hanno concluso il piano di razionalizzazione di spese e locali scolastici di proprietà dell'ente. Adesso dovrà essere eseguito secondo le decisioni del commissario straordinario, Filippo Romano, che ha adottato gli atti, alcuni dovranno essere già realizzati nel mese in corso. Entro il 31 gennaio gli uffici dovranno individuare nel bilancio 2015 le somme necessarie per chiudere entro la seconda settimana di febbraio questi traslochi: nel capoluogo il Provveditorato agli Studi presso l'immobile provinciale ex Iai, il Conservatorio Corelli all'istituto Quasimodo, la succursale dell'istituto Leonardo Da Vinci di Milazzo presso la propria sede centrale, la succursale dell'istituto di Tortorici presso la sede centrale "Tommaso Lampedusa" di Sant'Agata Militello.

Quest'ultimo trasloco sarà effettuato in via temporanea fino a quando i dirigenti non avranno individuato nel centro urbano di Tortorici un altro immobile idoneo all'uso scolastico che abbia una superficie massima proporzionale al numero di studenti iscritti (al momento massimo 300 metri quadri) e una spesa di affitto che non superi i 500 euro mensili. Nell'anno scolastico 2015/2016 l'istituto di Patti in via Trieste dovrà andare al "Faranda" o al "Borghese" sempre a Patti; la succursale del liceo scientifico "Seguenza", nel capoluogo, al liceo "Maurolico" o allo "Jaci" sempre in città. L'architetto della Provincia Gitto, entro il mese in corso, dovrà affidare tutti i lavori necessari per adeguare l'Ipa e l'istituto d'Arte di Capo d'Orlando in modo da destinare parte dei relativi locali alle esigenze dell'Itcg "Merendino"; i lavori dovranno essere conclusi entro aprile in modo da effettuare i traslochi in estate. Per il liceo scientifico "Amari" di Patti sempre Gitto dovrà sollecitare la ditta appaltatrice a concludere le opere entro il prossimo settembre.

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X