L’INCHIESTA

Consorzio autostrade, a Messina 56 indagati per truffa e falso

MESSINA. La Procura di Messina ha indagato 56 persone, per truffa e falso, nell'ambito di un'inchiesta sul Consorzio autostrade siciliane. Investigatori della sezione operativa della Dia dello Stretto, coordinati dal centro operativo di Catania, ha notificato agli uffici del Cas di Messina, un ordine di esibizione emesso dalla locale Procura per acquisire, in copia conforme all'originale, documentazione relativa ai decreti di liquidazione di incentivi progettuali a favore di dipendenti del consorzio.

Il provvedimento è stato firmato dal procuratore aggiunto Sebastiano Ardita e dai sostituti Stefania La Rosa e Fabrizio Monaco. L'informativa è il prosieguo della operazione denominata 'Tekno', sfociata nell'esecuzione di un'ordinanza applicativa di misure cautelari a carico 10 indagati, tra imprenditori e funzionari del Cas, ritenuti, a vario titolo, responsabili dei reati di "turbata libertà degli incanti, induzione indebita a dare o promettere utilità, istigazione alla corruzione e "corruzione per un atto contrario ai doveri d'ufficio".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X