TAORMINA

Marcia indietro, niente abolizione per Taoarte

di
Il commissario Romano torna sui suoi passi dopo «le valutazioni giuridiche del segretario generale»

TAORMINA. Dietrofront del commissario della Provincia Filippo Romano sul mantenimento del comitato Taormina Arte. A fine marzo con un atto di indirizzo il funzionario di Palazzo dei Leoni aveva deciso di abolire l'ente che organizza gli spettacoli nella perla ionica. Ma dopo il parere del segretario generale Romano ha stoppato quanto aveva portato avanti. "Per effetto delle valutazioni giuridiche espresse dal segretario generale - sostiene oggi il commissario - che il sottoscritto ritiene di integralmente condividere appare opportuno, allo stato, non dare corso all'iter procedurale finalizzato alla fuoruscita della Provincia regionale dal "Comitato Taormina Arte" e al conseguente scioglimento del medesimo"Comitato".

Il vertice dell'ente provinciale segnala che prima di decidere del destino di Taormina Arte occorre avviare un dialogo con la Regione a cui spetta ogni decisione sulla trasformazione del Comitato in Fondazione. Nel maggio 2010 l'allora prefetto Francesco Alecci, su parere reso dall'Avvocatura dello Stato, aveva rigettato l'istanza proposta dalla Provincia e dai Comuni di Messina e Taormina di far diventare il Comitato una Fondazione. Tocca, infatti, all'assessorato regionale allo Spettacolo adottare apposito decreto.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X