DIA DI MESSINA

Mafia, sequestro da 4 milioni di euro ai clan dei Barcellonesi e Santa Paola

MESSINA. Beni per quattro milioni di euro riferibili, anche per interposte persone, a due imprenditori ritenuti vicini al clan Santa Paola e al clan dei Barcellonesi, sono stati sequestrati e confiscati nel Messinese dalla Dia di Messina con il coordinamento del Centro operativo di Catania.

I provvedimenti hanno interessato alcune importanti attività imprenditoriali del comprensorio di Letojanni e Barcellona Pozzo di Gotto (Messina).

I provvedimenti  scaturiscono da un attento esame compiuto dagli investigatori della Dia su tutte le attribuzioni patrimoniali sui patrimoni conseguiti dai due imprenditori.

Gli imprenditori ai quali sono stati sequestrati e confiscati beni per 4 milioni di euro sono Salvatore Di Salvo considerato elemento di spicco del clan di
Barcellona Pozzo di Gotto e Concetto Bucceri del gruppo criminale dei Picanello vicino al clan Santapaola. I provvedimenti sono stati emessi dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Messina dopo le indagini della Dia di Messina e dalla Dda di Messina guidata dal procurarore capo Guido Lo Forte e dai sostituti procuratori Vito Di Giorgio e Angelo Cavallo. I due imprenditori attraverso capitali illeciti - dice l'accusa - avevano creato delle società e ottenuto anche importanti commesse pubbliche. Sequestrate e confiscate loro un impresa edile, una casa a Gallodoro (Me), rapporti finanziari, l'impresa 'Pct costruzioni srl unipersonalè attiva a Barcellona
Pozzo di Gotto nel settore dell'edilizia e dell'abbigliamento.

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X