DOMICILIARI

Minaccia gli agenti con un bisturi, un arresto a Messina

Protagonista della vicenda, che risale all'inizio del mese, una donna originaria di Reggio Calabria, Maria Fiorello, di 48 anni. Palesemente ubriaca, dapprima, ha preso a calci e pugni la vetrina di un negozio

MESSINA. Una donna è finita agli arresti domiciliari. Aveva un bisturi nella borsetta e non ha esitato a brandirlo contro i poliziotti che cercavano di calmarla. È successo, in via La Farina, a Messina. Protagonista della vicenda, che risale all'inizio del mese, una donna originaria di Reggio Calabria, Maria Fiorello, di 48 anni. Palesemente ubriaca, dapprima, ha preso a calci e pugni la vetrina di un negozio.

Poi, all'arrivo dei poliziotti, ha tirato fuori l'arma, me è stata bloccata dagli agenti che sono stati presi a calci ed hanno riportato anche dei graffi. Sul posto è stato richiesto l'intervento del personale del 118.

La donna, dopo l'episodio, era stata denunciata per resistenza, minacce e lesioni a pubblico ufficiale e porto d'armi od oggetti atti ad offendere. Ma nei suoi confronti, adesso, è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari. Il provvedimento è stato emesso dalla Procura di Messina.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X