AMBIENTE

Puzza e nube nera, pioggia di esporti a Milazzo

di

MILAZZO. Continuano le polemiche fra ambientalisti e politici, nel centro cittadino, investito nella settimana appena trascorsa, prima da una forte puzza di gas che, oltre a produrre fastidi alla popolazione ha creato tanta preoccupazione per la salute degli stessi milazzesi. Nel primo caso, «il sindaco Giovanni Formica - come riportato in una nota - ha prontamente contattato il direttore dell'Arpa ed ha attivato il personale del comune perché si accertasse la natura del fenomeno. In serata i tecnici reperibili sono riusciti a "catturare" gli odori in un momento di grande intensità degli stessi, attraverso uno strumento denominato "canister", nella disponibilità dell'Ente».

Nel contempo, il primo cittadino ha contattato i vertici della locale industria petrolifera «per sapere se vi fossero problemi legati all'attività degli impianti, ricevendo risposta negativa». Nel secondo caso, il fumo nero si vedeva a distanza fuoriuscire dalla ciminiera dell'Edipower, ma anche in questa circostanza, i dirigenti della centrale termoelettrica filippese hanno assicurato che «tutto era nella norma» e che quella nuvola nera era dovuta «ad un normale fenomeno che accade in presenza di eccessiva umidità».

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X