COMUNE

Sant’Agata, «quota rosa» in giunta: Caruso pronta per il nuovo incarico

di

SANT'AGATA DI MILITELLO. Dopo una serie di anticipazioni, annunci e conferme soltanto venerdì mattina sono state ufficialmente protocollate le dimissioni dell'assessore alle Finanze e Pubblica Istruzione, Maria Teresa Trovato, e da quel momento alla giunta del sindaco Carmelo Sottile manca il plenum nel potersi riunire e deliberare. Il primo cittadino dovrà nominare in tempi brevi un assessore e la soluzione più immediata e percorribile, senza alterare equilibri politici consolidati, è quella di una scelta interna alle liste della coalizione di riferimento del sindaco. Scelta che potrebbe ricadere sulla consigliera comunale eletta nella lisa del Pd, Lina Caruso, sposata, docente di matematica al liceo classico Sciascia.

Il sindaco Sottile aveva tentato di «congelare» le dimissioni «per motivi personali» dell'assessore Maria Carmela Trovato, eletta alle amministrative del giugno 2013 nelle lista del Pd, e che fino a maggio dello scorso anno ha mantenuto il seggio in consiglio comunale per poi abbandonarlo nell'accettare le deleghe assessoriali, lasciando lo scranno di consigliere alla prima delle non elette della stessa lista, Rita Fachile. Fachile, dirigente del comune di Torrenova, dal primo gennaio di quest'anno è andata in pensione, e libera da impegni di lavoro ha manifestato il suo interesse ad accettare dal sindaco le deleghe di assessore, ma di non voler abbandonare lo scranno di consigliere che era riuscita a conquistare in due successivi tentativi presentando ricorsi al Tar ed al Cga. Il primo cittadino a seguito delle dimissioni dell'assessore Maria Carmela Trovato deve colmare la quota «rosa» in giunta, e l'altra consigliera di suo riferimento nel consiglio comunale, ha manifestato l'intenzione di non lasciare il posto di consigliere per andare ad occupare quello di assessore. Versatile e brillante nel rapporto con la gente, accreditata dalle competenze di una lunga militanza politica e di una riconosciuta professionalità la consigliera Lina Caruso non porrebbe nessuno ostacolo al suo incarico assessoriale, senza porre alcun condizionamento sul mantenimento del seggio in consiglio comunale.

Alla consigliera Caruso vengono riconosciute le competenze di saper istruire una delibera riguardante le deleghe assessoriali ricevute, compiti che assolverebbe con entusiasmo. La nomina ad assessore della professoressa Caruso consentirà al secondo dei non eletti nella lista del Pd, Salvatore Zingales Alì, di entrare nel consesso dei 20 componenti il consiglio comunale e di fatto verrebbe blindato lo zoccolo duro di setti consiglieri che metterebbe al riparo il sindaco Carmelo Sottile da una seconda presentazione di richiesta di sfiducia (già discussa e respinta nel dicembre 2015) da parte degli 11 consiglieri dell'opposizione consiliare.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X