IL CASO

"Comune di Messina senza bilancio", depositata la mozione di sfiducia

di

MESSINA. Sul tavolo del presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone, da ieri si trova la mozione di sfiducia, che era annunciata prima di Pasqua, dai deputati di Sicilia Democratica e Sicilia Futura per mandare a casa la giunta Accorinti e commissariare la città.

Firmatari del documento, avente per oggetto «Adozione di provvedimenti finalizzati al commissariamento del Comune di Messina e all’indizione di nuove elezioni per il rinnovo del sindaco e del consiglio comunale», il capogruppo di Sicilia Democratica, Giambattista Coltraro con deputati Carmelo Currenti e Salvatore Giuffrida ai quali si è aggiunto Salvatore Lentini, unico rappresentante di Sicilia Futura. «Premesso che i documenti contabili e finanziari - scrivono i quattro firmatari - indispensabili all’amministrazione comunale per proseguire il proprio mandato, non sono stati ancora approvati dal consiglio comunale, né la Giunta municipale ha approvato lo schema di bilancio 2015-2017, che la suddetta approvazione è subordinata al parere del Collegio dei revisori dei conti non ancora pervenuto, riteniamo che sussistano i motivi per lo scigliomento dell’amministrazione comunale e il successivo commissariamento».

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X