POLIZIA

Spaccio di droga tra Calabria e Sicilia, arrestato a Messina sesto componente della banda

MESSINA. La polizia ha arrestato Virgilio Manolo Leggio, 35, anni con l’accusa di spaccio di droga. Secondo gli agenti sarebbe la sesta persona coinvolta coinvolta nel traffico di droga dalla Calabria alla Sicilia emerso grazie alle indagini della Squadra Mobile di Messina. Nei giorni scorsi già erano state arrestate 5 persone.

Nei giorni scorsi la polizia di Stato ha eseguito a Messina un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari per spaccio di droga nei confronti di Salvatore Condò, 28 anni, Claudio Condò, 24, Gaetano Errigo, 25 e Vincenzo Sergi, 46. Secondo quanto appurato dalle indagini i quattro, di origine calabrese, avrebbero trasportato ingenti quantitativi di marijuana in valigie e trolley sui traghetti che collegano lo Stretto.

Errigo era stato fermato presso la rada San Francesco, a piedi, con un trolley nero; all’interno i poliziotti avevano trovato 9 confezioni sotto vuoto ed una avvolta in un sacco di plastica contenenti 5 kg e duecento circa di derivato della canapa indiana, il tutto custodito in un sacco di carta per mangimi.

Spaccio di "erba" sullo Stretto, cinque arresti a Messina

Il quadro d’insieme ricostruito dagli investigatori conferma che non si sarebbe trattato di un caso isolato. Nell’abitazione dei fratelli Condò, a Messina, sono stati trovati un chilo e 800 grammi di marijuana e l’occorrente per il confezionamento delle singole dosi: un bilancino di precisione, buste in cellophane e una macchinetta per il sottovuoto. Inoltre, la polizia ha arrestato anche Natale Trimboli, 29 anni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X