INFRASTRUTTURE

Porto turistico di Giardini-Naxos, i lavori si incagliano nella burocrazia

di
porto turistico giardini naxos, Messina, Economia
Il progetto

GIARDINI NAXOS. Per alcuni, un sogno. Per altri, un incubo. È il porto turistico che verrà (se verrà) di Capo Schisò a Giardini-Naxos. Il progetto, quasi un documento «storico» considerato che di questa infrastruttura si parla da decenni, prevede 378 posti-barca per nautica da diporto fino a 40 metri e 33 destinati alla marineria locale, oltre a un molo esterno per yacht da 40 metri in su e navi da crociera di piccolo tonnellaggio.

Esiste pure chi, ormai nel 2014, s’é aggiudicato la realizzazione dell’opera in project-financing dicendosi disposto a spendere 25 milioni in proprio, e altrettanti provenienti da Stato e Regione, in cambio della concessione pluriennale d’uso. Ricorsi alla giustizia amministrativa, passaggio quasi obbligato di ogni lavoro pubblico, e proteste degli ambientalisti – ma non solo – hanno «ibernato» tutto imponendo una revisione dei piani iniziali.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X