IN APPELLO

"Molestava la nipote su WhatsApp", due anni ad un uomo di Barcellona

di

BARCELLONA POZZO DI GOTTO. I giudici della Corte d’Appello di Messina hanno condannato un cinquantenne di Barcellona  a 2 anni di reclusione, pena sospesa, per molestie sessuali nei confronti della nipote minorenne.

Lo zio - secondo l'accusa – avrebbe adescato la nipote minorenne, compiendo atti volti a carpirne la fiducia attraverso artifici e lusinghe posti in essere mediante il servizio di messaggeria WhatsApp e, in particolare, inviandole messaggi con immagini a contenuto pornografico o comunque erotico, tra le quali una raffigurante un minore tentando così di indurla ad inviargli qualche foto «particolare».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X