L'INCHIESTA

Per De Luca stop ai domiciliari ma restano i divieti da parte del tribunale

arresto de luca, Cateno De Luca, Messina, Cronaca
Cateno De Luca

MESSINA. Il gip di Messina ha disposto la revoca degli arresti domiciliari per il neo deputato regionale Cateno De Luca, accusato di evasione fiscale sostituendo la misura con quella interdittiva del divieto di esercizio di posizioni apicali negli enti coinvolti nell'inchiesta.

Per il giudice sussistono i gravi indizi di colpevolezza di De Luca ma si sarebbero affievolite le esigenze cautelari. La settimana scorsa, dopo le continue esternazioni sui social del deputato il gip aveva disposto il divieto di comunicazione con l'esterno.

Anche per Carmelo Satta, ex presidente della Fenapi, il gip ha disposto la revoca degli arresti domiciliari sostituendo la misura con quella interdittiva del divieto di esercizio di posizioni apicali negli enti coinvolti nell'inchiesta. De Luca ha postato un video sul suo profilo Facebook dove afferma: "Guardate che sono un uomo libero, state tranquilli. Perché un minuto fa il gip ha revocato l'arresto, ha revocato il sequestro, ha revocato tutto".

Intanto venerdì De Luca è stato colto da un malore ed è stato visitato in ospedale. A darne notizia sono i suoi stessi legali che hanno spiegato spiegano che «il gip ha espresso parere favorevole per alcune urgenti visite specialiste» al Policlinico di Messina «per dei necessari accertamenti consigliati dal medico di famiglia dopo un malore verificatosi la scorsa notte e che ha richiesto anche l'intervento della guardia medica. Secondo i sanitari il malore è stato causato dall'eccessivo stress accumulato in questi giorni da De Luca».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X