MESSINA

Sconti pazzi in viale Sammartino, l’Adoc avverte: "Il 70 per cento può nascondere magagne"

di

MESSINA. Terapia d’urto contro i sintomi della crisi da mitigare almeno durante la stagione dei saldi. I commercianti messinesi ci provano a far ripartire le vendite, a rilento anche durante il periodo natalizio, applicando ribassi allettanti fin dal primo giorno di sconti. Nei negozi di outlet, i più frequentati dai consumatori, già da ieri era possibile fare acquisti risparmiando fino al settanta per cento sul prezzo originale. Un toccasana per coloro che hanno potuto finalmente acquistare il capo desiderato, magari notato in vetrina durante le feste a un prezzo esagerato e quindi inaccessibile.

I saldi, quest’anno partiti in Sicilia con qualche giorno di ritardo rispetto ad altre regioni, erano largamente attesi dai cittadini che hanno trascorso la festa della Befana all’insegna dello shopping. Il viale San Martino, la parte più commerciale della città, sin dalle prime ore del mattino è stato presidiato da raggruppamenti di persone a caccia dell’affare. «I tempi sono cambiati – dichiara Maria Gabriella Micali – fino a qualche anno fa era difficile trovare il 50 per cento di sconto nei giorni iniziali, adesso addirittura ci trovi il 70 per cento su gran parte dei capi. È sorprendente come le regole si siano capovolte. È ovvio che di fronte a ribassi eccessivi, specialmente per la merce griffata e di maggiore valore, occorre prestare maggiore attenzione».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X