L'INCHIESTA

Annullato il sequestro della clinica Cappellani di Messina, la Cassazione respinge il ricorso

sequestro clinica cappellani, Messina, Cronaca
La clinica Cappellani

La seconda sezione della Cassazione ha depositato ieri il provvedimento con il quale respinge il ricorso della Procura di Messina contro Antonio Di Prima, indagato nell’inchiesta sulla clinica Cappellani, al quale il Riesame aveva restituito le sue quote.

Sul ricorso presentato dai fratelli Cuzzocrea, la suprema corte ha annullato il provvedimento di conferma del sequestro dell’edificio della Clinica, chiedendone il rinvio. Si attende adesso l’esito del Riesame per sapere se i Cuzzocrea potranno nuovamente disporre delle proprie quote.

L’indagine coinvolge, con l’accusa di riciclaggio, anche il commercialista Dario Zaccone, consulente dei Cuzzocrea ed ex revisore dei conti del Comune di Messina.

L’ipotesi mossa dalla Procura è che la Immobiliare Cappellani sia servita per il rientro di capitali all’estero, in parte scudati dopo essere fatti uscire dal paese.
L’avvocato Alberto Gullino ha difeso Antonio Di Prima e l'avvocato Bonaventura Candido i fratelli Cuzzocrea.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X