RIFIUTI

Privatizzazione, a Messina sindacati in stato di agitazione

di

Il fronte rifiuti si fa nuovamente caldo. Il nuovo sindaco Cateno De Luca potrebbe trovarsi presto alle porte di Palazzo Zanca i dipendenti della Messina Servizi Bene Comune in protesta.

La privatizzazione del servizio e la nascita di un nuova società con la chiusura delle partecipate ha messo in subbuglio le organizzazioni sindacali. Come si legge nel Giornale di Sicilia in edicola, ieri Fit Cisl, Uiltrasporti e Fiadel si sono scagliate a muso duro contro De Luca: «Dopo aver chiesto ai direttori generali delle società partecipate di sospendere ogni procedura di assunzione, adesso il sindaco Cateno De Luca sembra aver chiesto anche di bloccare ogni attività di confronto e concertazione con i sindacati».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X