IL PIANO PROVVEDIMENTI

Dissesto al Comune, è scontro sul pacchetto "Salva Messina"

di

C’è chi non accetta il pacchetto Salva Messina del sindaco De Luca per evitare il dissesto economico. Cgil e Uil non hanno firmato il piano di provvedimenti “lacrime e sangue” dell’amministrazione comunale per ridurre il deficit di Palazzo Zanca.

Cisl, Orsa e Cisal al termine del lungo confronto hanno invece detto sì al programma che tra le modifiche ha inserito lo stop agli esuberi di centinaia di lavoratori interessati, la proroga di Casa Serena (Il centro di riposo per anziani sino al 31 dicembre prossimo con gli stessi costi ma in vista ci sono dei tagli alla spesa) e il mantenimento pubblico dell’azienda trasporti.

«La Uil e la Cgil hanno abbandonato il tavolo da tradizionali fascisti – ha affermato De Luca – mentre Cisl, Orsa e Cisal hanno condiviso il progetto ottenendo delle importanti modifiche nell’interesse dei lavoratori".

L'articolo completo nell'edizione di Messina del Giornale di Sicilia.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X