COMUNE

Imu, battaglia giudiziaria a Messina per le cartelle pazze inviate nel 2013

«Tutte le 28 mila cartelle inviate dal Comune sono nulle, non solo per i singoli errori presenti in alcune di esse ma per le gravissime violazioni presenti in ogni documento, e pertanto le imposte con esse richieste non devono essere pagate».

A dirlo l’avvocato Ernesto Fiorillo, presidente nazionale di Consumatori Associati che aggiunge: «Il Team di Professionisti organizzato da Consumatori Associati, dopo uno studio attento degli atti spediti a 28.700 cittadini messinesi è giunto a questa determinazione: tutte le cartelle non devono essere pagate dai cittadini. Il Coordinatore del Team Legale, che insieme alla dottoressa Annalisa Perino Trimarchi hanno incontrato centinaia di cittadini messinesi, ha individuato tutti i vizi gravissimi degli atti fiscali.

Secondo Consumatori «La sottoscrizione meccanica da parte del Funzionario Comunale è nulla per non essere mai stata autorizzata ritualmente e come previsto dalla Legge. Ma ancora di più è stata violata la normativa sulla privacy per il trattamento illegittimo dei dati dei contribuenti. Nessuno ha voluto fino ad ora chiarire come si sia passati dai dati dei cittadini, che dovrebbero essere conosciuti solo dal Comune di Messina, alla emissione di 28.700 avvisi».

L'articolo nell'edizione della Sicilia Orientale del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X