stampa
Dimensione testo
ATTIMI DI PAURA

Assalto alle Poste col fucile a Barcellona, ma il piano fallisce

di
In due con il volto travisato entrano in azione dinanzi agli anziani già in fila per ritirare la pensione. Cinque colpi, il vetro resiste e loro si danno alla fuga

BARCELLONA POZZO DI GOTTO. Hanno cercato il colpo grosso i due rapinatori che ieri mattina, poco dopo l'apertura, hanno dato l'assalto all'ufficio postale della frazione collinare di Gala, a Barcellona Pozzo di Gotto. Il loro piano è però miseramente fallito, davanti alla resistenza dei vetri antiproiettili di cui è dotata la filiale, che hanno resistito ai colpi di fucile a canne mozze esplosi dai malviventi con l'obiettivo di introdursi all'interno dell'area, dove si trovava il denaro destinato al pagamento delle pensioni di dicembre.

I due rapinatori non hanno avuto alcuno scrupolo ad entrare in azione intorno alle 8.45, quando all'interno dell'ufficio di via Gala Migliardo si trovavano già i primi clienti, per lo più anziani, che attendevano il turno per riscuotere la pensione. I due malviventi, con il volto travisato, hanno iniziato ad urlare nei confronti dei dipendenti e poi, davanti all'impossibilità di poter farsi aprire la porta di sicurezza, hanno esploso tre colpi di fucile contro gli sportelli e due a terra nelle vicinanza dell'ingresso agli uffici dei dipendenti. I vetri però hanno resistito all'esplosione e così i due rapinatori non hanno potuto far altro che darsi alla fuga a mani vuote, sotto gli occhi terrorizzati dei clienti e dei dipendenti.

 

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI MESSINA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X